lunedì 8 novembre 2010

Una breve monografia: la Volpe.

Piccola monografia dedicata ad uno splendido "guardiano" del bosco: 
la Volpe.

A volte, mentre camminiamo per i boschi, dovremo fermarci ed ascoltare...ed, ovviamente, lasciarci   ascoltare. Perchè loro, gli abitanti delle montagne, tra le fronde dei larici e dell'abete rosso, tra le pietraie e le praterie in quota, tra il vento e la neve che in autunno avanzato si fà sentire, loro sanno ascoltarci, sempre.
Immobile e perfettamente a suo agio nel mondo del bosco, una splendida volpe (Vulpes vulpes) si aggira tra i larici e gli abeti della Valsavarenche, catturando a sua volta i nostri sguardi.
Si crea quasi un'aura di magia, una divisione tra noi e lei: essa appartiene ad una dimensione superiore, ed è quasi un totem di questa natura così genuina, nel sapore autunnale...

Concentrazione di atmosfera: sguardo.
(Valsavarenche, Parco Nazionale del Gran Paradiso, Valle d'Aosta-Vallée d'Aoste)
Pare un guardiano, la bella Volpe: al limitare tra il sentiero di montagna ed il bosco scuro, selvaggio ma accogliente e sicuro...è ferma su una invisibile linea di confine tra l'uomo e l'anima sincera della Natura, ci scruta e sorveglia...

Sulla linea di confine... 
(Valsavarenche, Parco Nazionale del Gran Paradiso, Valle d'Aosta-Vallée d'Aoste)

--> Continua...


Reazioni:

1 Commenti:

E' vero caro Sisto, proprio uno splendido esemplare si parò innanzi ai nostri sguardi al termine di quella stupenda escursione che ci vide insieme a calpestare "In punta di piedi" i sentieri alpini. Seguiranno ancora tante uscite che porteranno a foto molto belle come queste che realizzi! Bravo

Posta un commento